Euro Olanda

Euro Olanda Eurocollezione
Euro Olanda Eurocollezione

Parliamo in questa pagina delle Monete Euro Olanda, delle caratteristiche e delle quotazione di tutti i tagli di queste monete dell’eurocollezione.

Breve storia della numismatica olandese

Prima di passare alla moneta unica europea l’Olanda utilizzava come valuta ufficiale il Fiorino olandese. Questo entrò in vigore nel corso del XV secolo e perdurò fino all’introduzione ufficiale dell’Euro.

Le origini del Fiorino olandese sono però da far risalire a ben prima del XV secolo e precisamente al XIII secolo. A quel tempo il Fiorino era largamente utilizzato per gli scambi in Europa e battuto a Firenze.

Progressivamente questo venne utilizzato anche localmente, dall’Olanda così come da altri Paesi.

Col tempo nacquero altre monete derivanti dal Fiorino olandese tra le quali il Rijksdaalder con un valore di 2,5 fiorini.

Arrivando a tempi più recenti, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, a causa della grave crisi che il conflitto aveva lasciato, il fiorino svalutò del 30%. Questo problema venne poi risolto grazie all’attuazione del Piano Marshall.

Il 1° Gennaio del 1999 entrò ufficialmente in vigore l’Euro con un tasso di cambio fissato ad 1 Euro = 2,20371 Fiorini olandesi. In particolare da questa data in poi il Fiorino restò ancora in vigore per quanto riguarda monete e banconote mentre per i pagamenti non fisici si utilizzò solo l’Euro.

Iscriviti ora, è gratis.

Dal 1° Gennaio 2002 si aprì ufficialmente una doppia fase di circolazione che durò fino al 28 Febbraio 2002. Da questa data in poi la moneta ufficiale divenne l’Euro. Fino al 1° Gennaio 2007 era ancora possibile cambiare le monete mentre per quanto riguarda le banconote sarà possibile farlo fino al 1° Gennaio 2032.

Dopo questa doverosa premessa andiamo insieme a scoprire quali sono le principali caratteristiche e particolarità delle monete in Euro olandesi.

1 centesimo Euro Olanda

1 Centesimo Euro Olanda
1 Centesimo Euro Olanda

La prima moneta che analizzeremo è naturalmente quella da 1 Centesimo di Euro olandese che apre la collezione. L’autore per la prima serie della moneta è Bruno Ninaber van Eyben mentre per la seconda serie è Erwin Olaf.

È importante sottolineare che per questa e le altre monete in Euro olandesi sono presenti due versioni. Una che fa riferimento al periodo che va dal 1999 al 2013 e la seconda che si riferisce invece agli anni dal 2014 in poi.

Per quanto riguarda la prima versione al Dritto questa presenta la raffigurazione del volto della Regina d’Olanda Beatrice girata verso sinistra. Questa è circondata da puntini in rilievo nei quali sono ben inserite le 12 stelle a cinque punte che rappresentano gli Stati europei.

All’esterno è invece presente la scritta BEATRIX KONINGIN DER NEDERLANDEN. In basso il millesimo di conio seguito a destra dal caduceo alato simbolo della Zecca e a sinistra dal simbolo variabile del direttore di zecca.

Per quanto riguarda la seconda versione del 2014 viene invece raffigurato Guglielmo Alessandro attuale Re d’Olanda e figlio della Regina Beatrice salito al trono dopo la sua abdicazione.
Il volto del Re è rivolto verso destra e tagliato in due da due linee verticali.

In una figurano il simbolo variabile del direttore di zecca, la scritta Willem-Alexander e il simbolo della Zecca di Utrecht.

Nell’altra invece la scritta KONING DER NEDERLANDEN e il millesimo di conio. Sul bordo più esterno le 12 stelle simbolo dei Paesi dell’Unione Europea.

Al Verso entrambe le monete sono identiche alle altre monete europee.

Ma passiamo alle caratteristiche tecniche.

Caratteristiche tecniche della moneta da 1 centesimo Olandese

  • Materiali : Acciaio placcato con rame (acciaio 94,35%, rame 5,65%)
  • Spessore: Lo spessore è 1,67 mm
  • Peso: Il peso è uguale a 2,30 g
  • Diametro: Il diametro è di 16,25 mm
  • Contorno: Completamente liscio
  • Incisore: Bruno Ninaber van Eyben – Erwin Olaf

1 centesimo Euro Olanda Valore e Tiratura


2 centesimi Euro Olanda

2 Centesimi Euro Olanda
2 Centesimi Euro Olanda

Passiamo ora alla moneta successiva ovvero quella da 2 Centesimi Euro Olanda. Anche in questo caso l’autore è Bruno Ninaber van Eyben per la prima mentre Erwin Olaf per la seconda.

Per quanto riguarda la prima versione (1999 – 2013) la moneta al Dritto rappresenta il volto della Regina d’Olanda Beatrice rivolta verso sinistra. Il busto è contornato da vari puntini in rilievo e dalle 12 stelle rappresentanti gli Stati europei.
Tutt’intorno in grassetto la scritta BEATRIX KONINGIN DER NEDERLANDEN. I basso il millesimo di conio con a destra il simbolo della Zecca di Utrecht e a sinistra il simbolo variabile del Direttore di Zecca.


La seconda versione del 2014 raffigura invece al Dritto il Re d’Olanda Guglielmo Alessandro salito al trono dopo la deposizione di sua madre Beatrice. In particolare il busto è rivolto verso destra ed è interrotto al centro da una linea.

A sinistra della linea sono incisi il simbolo della Zecca di Utrecht, la scritta Willem-Alexander e il simbolo variabile del direttore di Zecca. A destra della linea invece la scritta KONING DER NEDERLANDEN.

In basso a sinistra rispetto all’effige c’è il millesimo di conio.

Al Verso le due monete sono identiche a tutte le altre monete europee da 2 cent.

Vediamo le caratteristiche tecniche.

Caratteristiche tecniche della moneta da 2 centesimi Olanda

  • Materiali:  Acciaio placcato con rame (acciaio 94,35%, rame 5,65%)
  • Spessore: Lo spessore è uguale 1,67 mm
  • Peso: Il peso aumenta arrivando a 3,06 g
  • Diametro: Stesso discorso per il diametro che è di 18,25 mm
  • Contorno: Filetto orizzontale in incuso
  • Incisore: Bruno Ninaber van Eyben – Erwin Olaf

2 centesimi Euro Olanda Valore e Tiratura



5 centesimi Euro Olanda

5 Centesimi Euro Olanda
5 Centesimi Euro Olanda

Siamo giunti alla terza moneta della collezione euro olanda, ovvero la moneta da 5 Centesimi di Euro olandese. L’autore per la prima versione della moneta è Bruno Ninaber van Eyben mentre per la seconda versione è Erwin Olaf.

Per quanto riguarda la prima versione, l’edizione risalente agli anni 1999-2013, al Dritto la moneta rappresenta la Regina Beatrice rivolta verso sinistra. Il volto della Regina è contornato da puntini in rilievo nei quali sono abilmente inserite le 12 stelle a cinque punte che rappresentano gli Stati dell’Unione Europea.

Il volto è circondato dalla scritta BEATRIX KONINGIN DER NEDERLANDEN. In basso è collocato il millesimo di conio con a destra il caduceo alato simbolo della Zecca di Utrecht mentre a sinistra il simbolo variabile del direttore di Zecca.

Per quanto riguarda la seconda versione della moneta, quella prodotta dal 2014 in poi, al Dritto è rappresentato il figlio di Beatrice, il Re d’Olanda Guglielmo Alessandro con il volto questa volta rivolto verso destra.

In particolare l’effige e tagliata a metà da una linea. Sulla sinistra è riportata la scritta Willem-Alexander e i due simboli della Zecca di Utrecht e quello variabile del direttore di zecca. A destra invece c’è la scritta KONING DER NEDERLANDEN.
Il tutto è contornato da 12 stelle a cinque punte simbolo degli stati dell’Unione Europea e in basso a sinistra c’è il millesimo di conio.

Per quanto riguarda il Verso entrambe le monete sono identiche alle altre europee.

Passiamo subito però alle caratteristiche tecniche.


Caratteristiche tecniche della moneta da 5 centesimi Olanda

  • Materiali: Acciaio placcato con rame (acciaio è presente per il 94,35% il rame per il 5,65%)
  • Spessore: Lo spessore è sempre di 1,67 mm
  • Peso: Il peso aumenta ancora arrivando a 3,90 g
  • Diametro: Il diametro è di 21,25 mm
  • Contorno:  Completamente liscio
  • Incisore: Bruno Ninaber van Eyben – Erwin Olaf

5 centesimi Euro Olanda Valore e Tiratura


10 centesimi Euro Olanda

10 Centesimi Olanda
10 Centesimi Olanda

Siamo giunti alla moneta da 10 Centesimi Euro Olanda. Anche in questo caso l’autore è Bruno Ninaber van Eyben per la prima e per la seconda versione della moneta e Erwin Olaf per la terza.

La prima e la seconda versione (1999-2013) rappresentano al Dritto l’effige della Regina d’Olanda Beatrice rivolta verso sinistra. Il suo volto è contornato da puntini in rilievo accompagnati dalle 12 stelle a cinque punte che rappresentano gli Stati europei.

Il tutto è seguito tutt’intorno dalla scritta BEATRIX KONINGIN DER NEDERLANDEN con in basso il millesimo di conio, a destra il simbolo della Zecca di Utrecht e a sinistra il simbolo variabile del direttore di Zecca.


Per quanto riguarda la terza versione del 2014 in poi il soggetto rappresentato nella parte al Dritto della moneta è il Re d’Olanda Guglielmo Alessandro succeduto alla madre Beatrice nel 2013. In particolare l’effige è rivolta a destra e l’intero volto è tagliato da una linea verticale.
A sinistra della linea c’è la scritta Willem-Alexander accompagnata dal simbolo della Zecca di Utrecht e dal simbolo variabile del direttore di Zecca.

A destra della linea invece c’è la scritta KONING DER NEDERLANDEN. In basso a sinistra è presente il millesimo di conio e il tutto è contornato naturalmente dalle 12 stelle che simboleggiano l’Unione Europea.

Per quanto riguarda il Verso c’è da dire che la prima versione ha la mappa dei Paesi Europei disegnata con gli stati separati tra loro, invece dal 2007 in poi utilizza il disegno con tutti gli Stati dell’Euro Zona uniti tra loro. Quindi la seconda e la terza serie della moneta presentano lo stesso Verso modificato.

Vediamo insieme le peculiarità tecniche di questo taglio

Caratteristiche tecniche della moneta da 10 centesimi Olanda

  • Materiali: Nordic Gold (rame 89% – alluminio 5% – zinco 5% – stagno 1%)
  • Spessore: Lo spessore aumenta a 1,93 mm
  • Peso: Il peso anche aumenta arrivando a 4,10 g
  • Diametro: Il diametro invece diminuisce arrivando 19,75 mm
  • Contorno: Rigato con zigrinatura spessa
  • Incisore: Bruno Ninaber van Eyben – Erwin Olaf

10 centesimi Euro Olanda e Valore e Tiratura



20 centesimi Euro Olanda

20 Centesimi Euro Olanda
20 Centesimi Euro Olanda

La prossima moneta da trattare è quella da 20 Centesimi Euro Olanda. L’autore per la prima e la seconda moneta è Bruno Ninaber van Eyben mentre per la terza è Erwin Olaf.

La prima e la seconda versione coniate tra il 1999 e il 2013 presentano al Dritto il volto della Regina d’Olanda Beatrice rivolta verso sinistra. L’effige è contornata da puntini in rilievo e dalle 12 stelle a cinque punte che rappresentano gli Stati dell’Unione Europea.

Tutto intorno c’è in grassetto la scritta BEATRIX KONINGIN DER NEDERLANDEN. In basso al centro il millesimo di conio seguito a destra dal caduceo alato simbolo della Zecca di Utrecht e a sinistra dal simbolo variabile del Direttore di zecca.

L’altra moneta, la terza versione del 2014, rappresenta invece al Dritto il volto del figlio della Regina Beatrice ovvero il Re d’Olanda Guglielmo Alessandro. Questo è rivolto verso destra e l’effige è tagliata in due da una linea.


Sulla sinistra di questa linea è presente la scritta Willem-Alexander seguita dal simbolo della Zecca di Utrecht e da quello, variabile, del direttore di Zecca. Sulla destra invece c’è la scritta KONING DER NEDERLANDEN.

L’intera moneta è contornata da 12 stelle a cinque punte e in basso è presente il millesimo di conio.

Il Verso della prima versione ha la mappa dei Paesi Europei con gli stati tutti separati tra loro. Dal 2007 in poi viene utilizzata una versione con gli Stati dell’EuroZona uniti tra loro. Per questo la seconda e la terza serie di questa moneta hanno il medesimo Verso modificato.

Vediamo subito insieme le caratteristiche tecniche.

Caratteristiche tecniche della moneta da 20 centesimi Olandese

  • Materiali: Anche in questo caso il materiale è il  Nordic Gold (rame 89% – alluminio 5% – zinco 5% – stagno 1%)
  • Spessore:Lo spessore aumenta a 2,14 mm 
  • Peso: Il peso inizia a diventare importante arrivando a 5,74 g
  • Diametro: Il diametro aumenta a 22,25 mm
  • Contorno: Il contorno è una godronatura larga
  • Incisore: Bruno Ninaber van Eyben – Erwin Olaf

20 centesimi Euro Olanda Valore e Tiratura

Iscriviti ora, è gratis.

50 centesimi Euro Olanda

50 Centesimi Olanda

Arriviamo dunque alla moneta da 50 Centesimi di Euro Olanda. L’autore per la prima e la seconda moneta è Bruno Ninaber van Eyben mentre per la terza è Erwin Olaf.

Partiamo dalla prima e la seconda versione ovvero quelle risalenti agli anni che vanno dal 1999 al 2013. Queste monete rappresentano al Dritto l’effige della Regina Beatrice rivolta verso sinistra. Intorno al volto sono presenti dei punti in rilievo tra i quali sono collocate abilmente anche le 12 stelle a cinque punte che simboleggiano gli Stati europei.

Sul bordo più esterno c’è la scritta BEATRIX KONINGIN DER NEDERLANDEN mentre in basso il millesimo di conio seguito a sinistra dal simbolo della Zecca di Utrecht e a destra dal simbolo variabile del direttore di zecca.

Per quanto riguarda la terza versione, quella valida dal 2014 in poi, questa rappresenta il Re Guglielmo Alessandro figlio di Beatrice e Re d’Olanda dal 2013.

In particolare la sua effige è rivolta verso destra ed è tagliata in due da una linea.


A sinistra della linea c’è la scritta Willem-Alexander seguita dal caduceo alato simbolo della Zecca di Utrecht e dal simbolo variabile del direttore di zecca. Per quanto riguarda la parte destra della linea è incisa unicamente la scritta: KONING DER NEDERLANDEN.

In basso a sinistra c’è il millesimo di conio e l’intera moneta è contornata dalle 12 stelle a cinque punte.

La prima versione utilizza al Verso la cartina degli Stati appartenenti all’Eurozona con i Paesi tutti separati tra loro. Invece dal 2007 venne modificata l’immagine e si preferì raffigurare gli Stati dell’EuroZona uniti tra loro. Infatti la seconda e la terza serie della moneta presentano questa nuova versione.

Vediamo ora le caratteristiche tecniche.

Caratteristiche tecniche della moneta da 50 centesimi Olandesi

  • Materiali: Ancora una volta  il materiale è il Nordic Gold caratterizzato da: rame 89% – alluminio 5% – zinco 5% – stagno 1%,
  • Spessore: Lo spessore aumenta ancora arrivando a 2,38 mm
  • Peso: Anche il peso continua ad aumentare giungendo a 7,80 g
  • Diametro: Il diametro aumenta leggermente fino a 24,25 mm
  • Contorno: Il contorno è rigato con zigrinatura spessa
  • Incisore: Bruno Ninaber van Eyben – Erwin Olaf

50 centesimi Euro Olanda Valore e Tiratura

I valorei delle monete olandesi da 50 centesimi di euro si fanno interessanti dall’anno 2003 in poi, dove in media sono quotate il doppio del valore facciale. La più quotata è la moneta da 50 centesimi olandese del 2018 che vale 5 volte il valore facciale.



1 Euro Olanda

1 Euro Olanda
1 Euro Olanda

La prossima moneta è quella da 1 Euro Olanda. L’autore per la prima e la seconda moneta è Bruno Ninaber van Eyben mentre per la terza è Erwin Olaf.

Le prime due versioni dal 1999 al 2013 cambiano un po’ rispetto alle monete degli altri tagli. Il volto raffigurato è sempre quello della Regina d’Olanda Beatrice rivolto verso sinistra. A destra del volto sono disposte tre linee verticali all’interno delle quali è inserita la scritta BEATRIX KONINGIN DER NEDERLANDEN disposta su tutti e tre i livelli.

In basso ci sono invece il millesimo di conio, il simbolo della Zecca di Utrecht e quello variabile del direttore di Zecca.

A sinistra del volto sono invece incise le 12 stelle a cinque punte simbolo degli Stati dell’Unione Europea.

Per quanto riguarda la terza versione della moneta, valida dal 2014 in poi, anche in questo caso notiamo alcuni cambiamenti rispetto al disegno utilizzato per gli altri tagli. L’effige è sempre quella del Re Guglielmo Alessandro figlio della Regina Beatrice e Re d’Olanda dal 2013.
Il volto è rivolto verso destra ed è seguito, sempre a destra da tre linee. Negli spazi tra le varie linee sono incisi rispettivamente da destra: il millesimo di conio inserito tra il simbolo della Zecca di Utrecht e il simbolo variabile del Direttore di Zecca, la scritta Willem-Alexander e nella parte più a sinistra la scritta KONING DER NEDERLANDEN.


L’intera moneta è poi contornata dalle solite 12 stelle a cinque punte.

Il Verso della moneta da un un euro cambia nel 2007 per tutti i Paesi dell’Euro Zona. Infatti la faccia comune fino al 2007 utilizzava la mappa degli Stati appartenenti all’Eurozona con i Paesi segnati dai confini. Dal 2007 venne modificata questa immagine con una versione più unitaria che fa scomparire i confini tra gli Stati dell’Euro Zona. Infatti la seconda e la terza serie della moneta utilizzano questa nuova versione.

Caratteristiche tecniche della moneta da 1 euro Olanda

  • Materiali: Bimetallica. Parte esterna: nichel-ottone (rame 75% – zinco 20% – nichel 5%); parte interna: rame-nichel (rame 75% – nichel 25%)
  • Spessore: Lo spessore diminuisce leggermente arrivando a 2,33 mm
  • Peso: Anche il peso diminuisce leggermente giungendo a 7,50 g
  • Diametro: Stesso discorso per il diametro che misura 23,25 mm
  • Contorno: Il contorno è rigato discontinuo
  • Incisore: Bruno Ninaber van Eyben – Erwin Olaf

Valore e Tiratura della moneta da 1 Euro Olandese

Le monete da 1 euro olandesi della prima serie non hanno valori superiori a quello facciale fino all’anno di conio 2003. Infatti sia la moneta da 1 euro Olanda 2000, sia 1 euro Olanda 2001 hanno un valore di 2 euro, essendo comunissime.

Tra le monete da 1 euro olandesi della terza serie spicca il valore dell’ euro del 2018, che supera del doppio il valore facciale.


2 Euro Olanda

2 Euro Olanda
2 Euro Olanda

Eccoci giunti all’ultima moneta di questa collezione ovvero la moneta da 2 Euro Olanda. Come per le altre la prima e la seconda edizione è stata incisa da Bruno Ninaber van Eyben mentre la terza da Erwin Olaf.

Per quanto riguarda la prima e la seconda serie (1999-2013) la moneta presentano al Dritto la rappresentazione della Regina Beatrice rivolta verso sinistra. Alla sua destra sono presenti tre linee le quali recano la scritta BEATRIX KONINGIN DER NEDERLANDEN disposta su tre livelli.

In basso a destra il millesimo di conio ed ancora più in basso il caduceo alato simbolo della Zecca di Utrecht e il simbolo variabile del direttore di zecca. Sulla sinistra disposte a semicerchio sono invece presenti le 12 stelle a cinque punte simbolo degli Stati dell’Unione Europea.


Per quanto riguarda la terza versione della moneta in vigore dal 2014 in poi al Dritto è raffigurata l’effige del Re Guglielmo Alessandro salito al trono dopo l’abdicazione di sua madre Beatrice nel 2013. Nello specifico il volto è rivolto verso destra.

Sempre a destra sono presenti tre linee le quali formano tre livelli. Partendo da sinistra sono raffigurati rispettivamente: la scritta KONING DER NEDERLANDEN, la scritta Willem-Alexander ed il millesimo di conio inserito tra il caduceo alato simbolo della Zecca di Utrecht e il simbolo variabile del Direttore di zecca.

Il tutto è contornato dalle 12 stelle che rappresentano gli Stati europei.

Il Verso della moneta, come per la moneta da 1 Euro, cambia nel 2007 per tutti i Paesi dell’EuroZona. La faccia comune infatti utilizzava fino al 2007 la mappa degli Stati dell’Eurozona con i Paesi separati dai confini. Dal 2007 venne modificata la mappa a favore di una versione più unitaria che raffigura gli Stati dell’Euro Zona senza confini tra loro. La seconda e la terza serie della moneta utilizzano infatti questa seconda versione della mappa.

Vediamo anche le caratteristiche tecniche.

Caratteristiche tecniche della moneta da 2 euro Olandese

  • Materiali: Anche in questo caso il materiale è differente tra la parte esterna e quella interna. La parte esterna è caratterizzata da nichel-ottone (rame 75% – zinco 20% – nichel 5%); quella interna invece è in rame-nichel (rame 75% – nichel 25%)
  • Spessore: Lo spessore diminuisce leggermente arrivando a 2,20 mm
  • Peso: Il peso invece aumenta in maniera importante arrivando a 8,50 g
  • Diametro: Il diametro anche aumenta arrivando a 25,75 mm
  • Contorno: Il contorno è finemente zigrinato con l’iscrizione GOD; ZIJ; MET; ONS ( che vuol dire “Dio sia con noi”) intervallata da 4 stelle 
  • Incisore: Bruno Ninaber van Eyben – Erwin Olaf

Valore e Tiratura dei 2 Euro Olanda

Per quanto riguarda le monete olandesi da 2 euro della prima serie non ci sono pezzi interessanti fino a quello del 2003. Le monete del 2003, 2004, 2005 sono quotate tutte sullo stesso livello di prezzo.

Valore dei 2 euro olanda 1999, 2000, 2001, 2002

I 2 euro olanda 1999 infatti non hanno valore rilevante, come anche i 2 euro olanda 2000, 2001, 2002.

Riguardo alla seconda serie la moneta che vale di più sono i 2 euro olanda del 2010 quotati oltre il doppio del valore facciale.


Dell’ultima serie invece, il pezzo più interessante e quotato è quello dei 2 euro olandesi rari del 2019 che vale oltre 15 euro e quello del 2018.

Valore 2 euro olanda 2014

Brutte notizie se stavi pensando che i 2 euro olanda 2014 potessero valere molto. Sono una moneta comune che vale solo il valore facciale, ossia 2 euro.

Iscriviti ora, è gratis.

Vuoi vedere altre monete dell’Eurocollezione?

vendi o compra le tue monete
Appassionato di Monete?
Allora iscriviti subito alla newsletter, riceverai ogni tanto i link alle migliori aste di monete per la tua collezione. Vedrai che occasioni!
Acconsento al trattamento dei ( dati personali )
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *