Euro Germania

I Centesimi e gli Euro Germania entrano ufficialmente in vigore nell’anno 2002.

Euro Germania Eurocollezione
Euro Germania Eurocollezione

Prima dell’Euro:

L’euro è stato preceduto dal Marco che è di fatto simbolo di questo Stato dal 1891.

Il Marco venne integrato con successo all’interno del Paese e inizialmente veniva coniato in argento. Le prime problematiche vennero riscontrate nel dopo guerra, in particolare dopo la Prima Guerra Mondiale, in quanto subì un forte svalutazione che durò per un lungo periodo.

Fu un periodo abbastanza cupo, infatti non furono più utilizzate le monete ma venivano usate banconote di taglio sempre più crescente. Queste banconote erano conosciute come Papiermark.

Il Reichmark fu la risposta a questa situazione. Infatti, questa valuta, venne emessa con lo scopo di risanare la situazione del monetaria del Paese, per fermare la svalutazione.

Rispetto alla Papiermark il rapporto di cambio era veramente incredibile, si parla infatti di un rapporto di 1:1.000.000.000.000. Questa valuta rimase in circolazione fino al 1948.

Al termine della Seconda Guerra Mondiale, la Germania fu soggetta a molti mutamenti. Cambiamenti anche a livello geografico, in quanto subì una scissione, arrivando a dare origine a due Stati separati. Cambiamenti storici che, inevitabilmente, si ripercossero anche sul sistema monetario tedesco.

Iscriviti ora, è gratis.

Nella Repubblica Federale Tedesca venne adottata la moneta il Marco Tedesco, a differenza della Repubblica Democratica Tedesca che invece coniò l’analoga divisa denominata “Marco della Repubblica Democratica Tedesca”.

Questa scissione monetaria terminò nel 1990. Con la riunificazione il Marco Tedesco divenne la valuta ufficiale del paese.

L’Euro:

Ad oggi, la Germania, effettua la coniazione della moneta Euro in diverse zecche. Attualmente ne sono rimaste attive cinque, ma in passato ce ne sono state anche altre.

Le diverse zecche imprimono sulle monete una lettera la quale indica appunto da quale zecca proveniene. In particolare:

  • A – Zecca di Berlino – Staatliche Münze Berlin
  • D – Zecca di Monaco di Baviera – Bayerisches Hauptmünzamt
  • F – Zecca di Stoccarda – Staatliche Münze Baden-Württemberg
  • G – Zecca di Karlsruhe – Staatliche Münze Baden-Württemberg
  • J – Zecca di Amburgo – Hamburgische Münze

Anche la Zecca ha una sua storia. In particolare, la Zecca Staatliche Münze Baden-Württemberg è frutto della fusione fra le zecche di Karlsruhe e Stoccarda nel 1998.

Indipendentemente dalla fusione, le due zecche hanno mantenuto le rispettive lettere di identificazione: ovvero F per quanto riguarda Stoccolma e G per quanto riguarda Karlsruhe.

Il Simbolo Nazionale di questo Stato presente su tutte le monete è la lettera D, che sta per Deutschland.

Facendo una suddivisione sommaria, i Centesimi rossi presentano tutti la stessa immagine al Dritto della moneta. Immagine ideata da Rolf Ledenborger.

Per quanto riguarda i Centesimi gialli anche essi, a loro volta, condividono lo stesso disegno e l’autore in questo caso è Rehinard Heinsdorff.

La stessa cosa vale anche per gli Euro Bimetallici, i quali presentano sia 1 che 2 Euro la stessa immagine, ideata dagli autori Heinz Hoyer e Sneschana Russewa-Hoyer.

Analizziamo nello specifico cosa rappresentano e qual è il significato di questi disegni.

1 centesimo Euro Germania

1 Centesimo Euro Germania
1 Centesimo Euro Germania

L’ 1 Centesimo Euro Germania è la moneta più piccola presente in questo stato.

Al Verso troviamo la faccia comune a tutte le monete da 1 Centesimo dei Paesi appartenenti all’Euro zona.

Invece, per quanto riguarda il Dritto si nota che, al centro della moneta un ramoscello di quercia.

Questa immagine è stata ripresa dagli Pfenning in rame in uso fino al 2001.

È stato riprodotto proprio questo disegno perché simbolo dell’albero di quercia. Questa tipologia di albero rappresentava la giustizia per gli antichi tedeschi. Il ramoscello presenta sei rametti, cinque dei quali sono occupati da foglie, tutte di diverse dimensioni. A fare una eccezione è l’ultimo in basso a sinistra, il quale invece presenta due ghiande, una più grande e una più piccola.

Inoltre il suo significato è molto profondo per i tedeschi, in quanto viene considerato simbolo di potenza, di longevità, di solidità e di maestà.

Ramo di quercia su Pfenning e Euro
Ramo di quercia su Pfenning e Euro

Alla base del ramo è inciso il millesimo di conio e il segno della zecca. A fare da cornice a questo disegno sono presenti 12 stelle a cinque punte, simbolo dell’Unione Europea.

  • Materiali: Acciaio placcato con rame (acciaio 94,35 – rame 5,65)
  • Spessore: 1,67 mm
  • Peso: 2,3 g
  • Diametro: 16,25 mm
  • Contorno: Liscio
  • Incisore: Rolf Ledenborger

1 centesimo Euro Germania Valore e Tiratura

2 centesimi Euro Germania

2 Centesimi Euro Germania
2 Centesimi Euro Germania

Al Verso dei 2 Centesimi Euro Germania la faccia che hanno in comune tutti i 2 Centesimi dei paesi dell’Euro zona.

Come per la valuta da 1 Centesimo, i 2 Centesimi tedeschi presentano al Dritto la stessa immagine. Perciò al centro è rappresentato un ramoscello di quercia, immagine già presente nella precedente monetizzazione.

In basso è posto il millesimo di conio preceduto dal segno di zecca, indicato dalle seguenti lettere: A, D, F, G, J. Ognuna di esse è relativa ad una delle seguenti 5 sedi: Berlino, Monaco di Baviera, Stoccarda, Karlsruhe, Amburgo.

Sulla parte esterna sono riportate 12 stelle a cinque punte, simbolo dell’Unione Europea.

  • Materiali: Acciaio placcato con rame (acciaio 94,35% – rame 5,65%)
  • Spessore: 1,67 mm
  • Peso: 3,06 g
  • Diametro: 18,75 mm
  • Contorno: Liscio
  • Incisore: Rolf Ledenborger


2 centesimi Euro Germania Valore e Tiratura

5 centesimi Euro Germania

5 Centesimi Euro Germania
5 Centesimi Euro Germania

Infine abbiamo i 5 Centesimi Euro Germania, con i quali si terminano gli ultimi centesimi rossi.

Al Verso si trova la tipica faccia comune a tutti i 5 Centesimi Europei.

Al Dritto invece è presente l’immagine di un ramo di quercia, simbolo della nazione tedesca il quale è identico a quello riportato nei centesimi prima descritti.

Alla base e ai lati del ramoscello, rispettivamente a destra e a sinistra si trovano il segno di zecca, il quale è diverso in ogni moneta in base a quale sia la sede in cui è stato coniato, e il millesimo di conio.

Un cerchio di 12 stelle a cinque punte racchiude questa immagine, le quali simboleggiano l’Unione Europea.

  • Materiali: Acciaio placcato con rame (rame 94,35 % – rame 5,65 %)
  • Spessore: 1,67 mm
  • Peso: 3,92 g
  • Diametro: 21,25 mm
  • Contorno: Liscio
  • Incisore: Rolf Ledenborger


5 centesimi Euro Germania Valore e Tiratura

10 centesimi Euro Germania

10 Centesimi di euro germania
10 Centesimi di euro germania

I 10 Centesimi Euro Germania sono i primi e i più piccoli centesimi “gialli”.

Al Dritto di questa valuta è stata rappresentata la celebre Porta di Brandeburgo. Questa Porta è il simbolo della riunificazione delle due Germanie.

Si notano subito i dettagli ricercati di questa immagine, come le linee che vanno verso il punto focale, donando un senso di profondità al disegno.

La prospettiva dà risalto all’apertura della porta di accesso alla città per sottolineare l’idea di unità tra Germania e Europa.

Alla base dei pilastri, al centro, è posto il millesimo di conio e, sotto ancora, il segno di zecca relativo ad una delle diverse 5 sedi nelle quali vengono coniate le valute.

A fare da cornice a questa immagine sono state incise 12 stelle a cinque punte, le quali simboleggiano l’Unione Europea.

Invece, nell’altro lato della moneta, ovvero al Verso, questi Centesimi presentano la stessa faccia comune delle monete in Euro con la scritta 10 Cent.

La Prima Serie è quella dal 2002 al 2006 con i Paesi dell’ Euro zona separati. Invece la Seconda Serie è quella che va dal 2007 ad oggi con mappa dei paesi unificati senza confini.

  • Materiali: Nordic Gold (rame 89% – alluminio 5% – zinco 5% – stagno 1%)
  • Spessore: 1,93 mm
  • Peso: 4,1 g
  • Diametro: 19,75 mm
  • Contorno: Rigato con zigrinatura spessa
  • Incisore: Rehinard Heinsdorff


10 centesimi Euro Germani e Valore e Tiratura

20 centesimi  Euro Germania

20 Centesimi di euro germania
20 Centesimi di euro germania

Anche questi I 20 Centesimi Euro Germania presentano al Dritto il simbolo della riunificazione della Germania dell’est e della Germania dell’ovest. Questo simbolo è la Porta di Brandeburgo, posta al centro della moneta.

E’ stata scelta questa struttura perché, durante la Guerra Fredda situato a Berlino Est, vicino al muro che appunto divise questo Stato dal 1961 al 1989.

Ai piedi della porta sono stati incisi a vicinanza molto ravvicinata il millesimo di conio e il segno di zecca ( A, D, F, G, J ), l’uno sopra l’altro.

Sul bordo esterno sono incise 12 stelle a cinque punte le quali rappresentano l’Unione Europea.

Al Verso, invece, è posta l’immagine comune a tutti i 20 Centesimi delle monete dei Paesi dell’Euro zona. La Prima Serie parte dal 2002 fino al 2006 e presenta i Paesi dell’ Euro zona tutti separati. La Seconda Serie invece parte dal 2007 e la mappa risulta con i paesi unificati.

  • Materiali: Nordic Gold (rame 89% – alluminio 5% – zinco 5% – stagno 1%)
  • Spessore: 2,14 mm
  • Peso:5,74 g
  • Diametro: 22,25 mm
  • Contorno: Godronatura larga
  • Incisore: Rehinard Heinsdorff


20 centesimi Euro Germania Valore e Tiratura


50 centesimi Euro Germania

50 Centesimi di euro germania
50 Centesimi di euro germania

I 50 Centesimi Euro Germania sono gli ultimi dei tre Centesimi “gialli”.

Al Verso, come in tutti i 50 Centesimi, si trova la faccia che è comune al tutte le monete con questa valuta. La Prima Serie di queste monete va dal 2002 al 2006 ed è caratterizzata dalla mappa dei Paesi dell’ Euro zona separati tra loro. La Seconda Serie ha invece la mappa con i paesi unificati e parte dal 2007.

Al Dritto si ritrova l’immagine comune ai precedenti centesimi prima descritti, ovvero la raffigurazione della Porta di Brandeburgo. 

La struttura in questione presenta sei colonne sulla cui sommità è stata posta una quadriga, ovvero quattro cavalli che trainano la dea della pace.

Sotto queste colonne sono incisi il millesimo di conio e sotto ancora il segno di zecca, rappresentato da una lettera. Lettera che è sempre diversa ( A, D, F, G, J ) a seconda della sede nella quale è stata coniata la moneta.

A cerchio, sulla parte esterna, sono poste 12 stelle a cinque punte le quali sono il simbolo dell’Unione Europea.

  • Materiali: Nordic Gold (rame 89% – alluminio 5% – zinco 5% – stagno 1%)
  • Spessore: 2,38 mm
  • Peso: 7,80 g
  • Diametro: 24,25 mm
  • Contorno: Rigato con zigrinatura spessa
  • Incisore: Rehinard Heinsdorff

50 centesimi Euro Germania Valore e Tiratura


1 Euro Germania

1 Euro Germania
1 Euro Germania

La moneta da 1 Euro Germania è la moneta bimetallica e bicolore con il valore più basso.

Al centro del Dritto è posta l’imponente Aquila, nonché simbolo della sovranità tedesca ad ali spiegate.

Sotto al volatile, al centro, è stato inciso il millesimo di conio e, accanto, sotto la zampa con gli artigli fuori, il segno di zecca ( A, D, F, G, J ).

Sul bordo esterno, di diverso colore rispetto al centro della valuta, sono presenti 12 stelle a cinque punte, nonché simbolo dell’Unione Europea.

Al Verso, invece, è presente la faccia comune a tutte le monete da 1 Euro dei Paesi appartenenti all’Euro zona. Nella Prima Serie, quella dal 2002 al 2006, la mappa dell’Euro zona è disegnata evidenziando i confini tra i vari paesi. La Seconda Serie ha invece il disegno dei paesi unificati senza confini divisori e parte dal 2007.

  • Materiali: Bimetallica. Parte esterna: nichel-ottone (rame 75% – zinco 20% – nichel 5%); parte interna: rame-nichel (rame 75% – nichel 25%).
  • Spessore: 2,33 mm
  • Peso: 7,5 g
  • Diametro: 23,25 mm
  • Contorno: Rigato discontinuo
  • Incisore: Heinz Hoyer e Sneschana Russewa-Hoyer

1 Euro Germania Valore e Tiratura



2 Euro Germania

2 Euro Germania
2 Euro Germania

I 2 Euro Germania sono l’ultima moneta tedesca bimetallica.

Al Verso è presente la faccia comune a tutte le monete da 2 Euro dei Paesi appartenenti all’Unione Europea. La Prima Serie, dal 2002 al 2006, era caratterizzata dai confini ben marcati tra i paesi dell’Euro zona. Invece la  La Seconda Serie, dal 2007 in poi, vede il disegno dei paesi unificati senza confini divisori.

Al Dritto, come per 1 Euro tedesco, è rappresentata l’Aquila ad ali spiegate.

In basso è posto il millesimo di conio con a fianco il segno di zecca ( A, D, F, G, J ) relativo alla sede di coniatura.

Sulla parte esterna sono poste 12 stelle a cinque punte, simbolo dell’Unione Europea.

  • Materiali: Bimetallica. Parte esterna: rame-nichel (rame 75% – nichel 25%); parte interna: nichel-ottone (rame 75% – zinco 20% – nichel 5%).
  • Spessore: 2,20 mm
  • Peso: 8,5 g
  • Diametro: 25,75 mm
  • Contorno: Finemente zigrinato, contenente l’iscrizione “EINIGKEIT UND RECHT FREIHEIT” (concordia, giustizia e libertà) seguita dall’emblema dell’aquila federale, in incuso.
  • Incisore: Heinz Hoyer e Sneschana Russewa-Hoyer


2 Euro Germania Valore e Tiratura



Vuoi vedere altre monete dell’eurocollezione?

vendi o compra le tue monete

Appassionato di Monete?
Allora iscriviti subito alla newsletter, riceverai ogni tanto i link alle migliori aste di monete per la tua collezione. Vedrai che occasioni!
Acconsento al trattamento dei ( dati personali )
[Voti: 3    Media Voto: 5/5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su