500 lire 1993 Banca d’Italia

La moneta che vedremo in questo articolo è la prima appartenente alla collezione delle monete da 500 Lire bimetalliche Commemorative ed è senza dubbio una tra le più iconiche.
Nello specifico questa moneta venne coniata nel 1993 in occasione del centenario della Banca d’Italia.

500 Lire Bimetalliche Italia Banca d'Italia
500 Lire Bimetalliche Italia Banca d’Italia

Al Verso è possibile notare, sulla parte più esterna, la scritta in grassetto “CENTENARIO DELLA BANCA D’ITALIA” con, in basso, il valore della moneta, ovvero L.500.
Al centro, poi, è collocato il simbolo della Banca d’Italia, rappresentato da un monogramma che interseca le lettere “B” e “I”, circondate da delle figure ondulate.
Rispettivamente a sinistra e a destra del monogramma sono presenti le date “1893” e “1993” con il simbolo “R” della Zecca di Roma.

In basso possiamo invece notare la firma dell’autore del disegno “Sergio Grossi”. A tal proposito è importante sottolineare che di questa stessa moneta sono presenti due varianti.
La prima 500 Lire presenta il monogramma più grande e la firma più piccola, mentre, la seconda, ha al contrario il monogramma più piccolo con la firma di “Grossi” più in evidenza.

Iscriviti ora, è gratis.

Per quanto riguarda il Dritto la moneta presenta la rappresentazione della Repubblica Italiana sottoforma di volto femminile. Sotto al collo è presente la firma di Laura Cretara.

Come tutte le altre monete da 500 Lire bimetalliche, anche questa è realizzata in Acmonital e Bronzital.

Alcune monete, inoltre, possono presentare, a causa dell’usura, le date modificate in “893” da un lato e, normalmente, “1993” dall’altro.

Valore della moneta da 500 Lire Bimetallica – Centenario Banca d’Italia

Come sempre dedichiamo l’ultima sezione del nostro articolo alla scoperta del valore reale e attuale della moneta sul mercato. Nello specifico, per quanto riguarda la moneta da 500 Lire Bimetallica, coniata nel 1993 in occasione del centenario della Banca d’Italia, il valore può variare in base alla versione.

La prima versione, ovvero quella con il monogramma più grande rispetto alla firma, può avere un valore di €3 se presentata in condizione FDC (Fior di Conio). Questo significa che la moneta non deve presentare alcun tipo di difetto.

La seconda versione, invece, vale a dire quella con il monogramma più piccolo rispetto alla firma, ha un valore di €2.

In ogni caso si tratta di una moneta importantissima per ogni collezionista e appassionato di numismatica, in quanto la prima dell’intera collezione.

Adesso, se hai delle monete rare come queste (ma anche monete diverse più rare), puoi divertirti e guadagnare un po’ mettendole all’asta online. Noi compriamo e vendiamo monete all’asta sempre usando questo sito nostro partner. E’ il più grande sito di aste online di monete e te lo consigliamo. Sia vendere che comprare monete all’asta facile ed emozionante.

Non perderti queste interessanti risorse:

Non hai trovato quello che cercavi? Controlla questi argomenti sulle lire:

Iscriviti ora, è gratis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su